cerca nel sito

NEWS

12/09/2009
EDILIZIA SCOLASTICA AD AVIGLIANO I SOLITI PROBLEMI DI OGNI ANNO
Gianni Rosa e Rosaria Romano - Coordinamento PDL Avigliano
 
Ad ogni inizio di anno scolastico ad Avigliano si ripresentano puntuali i problemi nell’ambito dell’edilizia scolastica: basti ricordare la chiusura, lo scorso anno, della scuola dell’infanzia in via Leonardo Da Vinci.Quest’anno tocca ad un’altra scuola materna, la “Emanuele Gianturco” di Avigliano in Corso Garibaldi, come conseguenza dell’inizio dei lavori di manutenzione che interessano la struttura, partiti solo ora sebbene l’apertura delle scuole sia ormai alle porte. Nel frattempo il Comune propone come soluzione lo spostamento delle attività didattiche presso i locali adiacenti la Chiesa di San Giovanni.Come Coordinamento Cittadino del PDL chiediamo di conoscere le motivazioni che hanno spinto a rimandare i lavori di ristrutturazione fino a questo particolare periodo e se le strutture sostitutive sono conformi alle leggi e alle norme igienico sanitarie in vigore.A seguito di questa situazione disdicevole, è stata presentata un’interrogazione da parte della Consigliera Rosaria Romano, con la quale si richiede al Sindaco Tripaldi un incontro formale finalizzato ad ottenere i necessari e indispensabili approfondimenti sulla vicenda.Questa è un’ulteriore ed ennesima prova di come è amministrata la nostra comunità e su come la macchina burocratico sia lasciata al caso, senza pianificazione e progettazione.Molte, inoltre, le situazioni “ambigue”: l’anno scorso, come già ricordato, la scuola per l’infanzia di via Leonardo Da Vinci è stata chiusa per la mancanza delle norme di sicurezza imposte dalla legge e l’Amministrazione Comunale si era impegnata a riaprire la struttura non appena fossero stati eseguiti i lavori di adeguamento. Dopo pochi mesi, però, la struttura è stata riaperta per ospitare varie associazioni, tra cui lo “Spazio Ragazzi”, nonostante non siano state ancora effettuate tali opere di recupero urbano. Come è possibile che una struttura, precedentemente chiusa perché “fuori legge”, sia stata riaperta al pubblico, anche a giovanissimi, dopo pochi mesi e senza che vi siano stati lavori di ristrutturazione da parte degli organi competenti?L’Amministrazione deve dar conto alla cittadinanza di tutto ciò.
 
Gianni Rosa
fonte LA NUOVA DEL SUD
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie