cerca nel sito

NEWS

14/03/2009
AVIGLIANO: PDL "EMERGENZA NEVE SOTTOVALUTATA DAL COMUNE"
.
 
“I pochi fortunati a conoscenza del piano neve hanno pensato bene di dormire sonni tranquilli, tanto ad Avigliano, ogni dettaglio era sotto controllo, come nei loro desideri. Previste rapidità di intervento ed efficienza di uomini e di mezzi. Al loro risveglio ogni cosa era miracolosamente al proprio posto poiché l’elemento più importante, la buona sorte nei sogni non fallisce mai”. Il commento ironico degli esponenti del Coordinamento Cittadino del PDL di Avigliano, si riferisce al modo in cui l’Amministrazione Tripaldi ha gestito gli effetti derivanti dall’evento nevoso che ha caratterizzato lo scorso fine settimana, tra l’altro, in piena continuità del modo di agire di sempre. “Le strade principali del centro urbano e delle contrade non hanno visto per tempo i mezzi spartineve e spargi sale del Comune, sembra che nel piano neve le migliori attrezzature di cui attualmente dispone l’Amministrazione siano il sole, la pioggia e la buona sorte. A parte l’ironia e la pur comprensibile scarsità di mezzi finanziari, ci si chiede perché non si è pensato per tempo a come agire in caso di neve. Le precipitazioni nevose ad Avigliano non sono certo una novità di quest’anno. Tutto ciò accade perché chi amministra Avigliano spera sempre che i problemi si risolvano da soli. È naturale per noi del PDL pensare che ogni anno l’inverno ad Avigliano porterà la neve, siamo pur sempre una comunità in montagna. Pertanto, è necessario, come fa la formica di una famosa favola, programmare le cose in tempo utile, ma evidentemente quello che è giusto per noi e per tutti gli aviglianesi non lo è per questa Amministrazione”. Il discorso sconfina nel campo delle responsabilità politiche in quanto la neve rimasta per strada, tra l’altro, è stata causa di ostacolo al normale corso delle attività ed ha reso problematico il soccorso di una persona anziana che andava ricoverata con urgenza. “Gli operatori del 118, sabato, quando le condizioni del tempo era già migliorate, per accedere all’abitazione dell’anziana hanno dovuto chiamare il Comune per sgombrare la neve ancora presente lungo un’arteria principale”. Inoltre, la neve, ancora oggi è presente nelle strade sotto forma di grossi cumuli, rimasti li per “rinfrescare” la memoria degli amministratori, ha aggravato la situazione della pavimentazione di Corso Gianturco e di Corso Garibaldi, carente da anni di una vera manutenzione, oggi ridotta ad un vero e proprio colabrodo.
 
Gianni Rosa
fonte LA NUOVA DEL SUD
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie