NEWS

05/11/2008
AN E FI LANCIANO IL PDL
Manifesti ad Avigliano e Lauria
 
AVIGLIANO - “Per rendere pienamente consapevoli e partecipi i lucani delle tappe che stanno portando AN e Fi verso il partito unico del PdL, ad Avigliano e Lauria, saranno affissi in questi giorni dei manifesti che si contraddistinguono con lo slogan “PdL insieme”. Si comincia proprio da questi due comuni – annunciano i Coordinatori Provinciali Gianni Rosa e Mariano Pici – poiché entrambe le amministrazioni di centrosinistra brillano per il loro malgoverno. Ad animare questa ulteriore opera di informazione e di sensibilizzazione il desiderio di far sapere ai cittadini che Alleanza Nazionale e Forza Italia si stanno concretamente impegnando, ad ogni livello, per rispondere a quel bisogno di unità e di semplificazione del panorama politico indicato dagli elettori. Segreta speranza è ricevere importanti contributi anche dai cittadini lucani”. L’opera di informazione e di sensibilizzazione continuerà negli altri comuni della provincia con la presentazione dei coordinamenti cittadini. “È giunto per i lucani il momento di cambiare, il discorso è valido se riferito alla realtà regionale, a quella provinciale ed ai contesti comunali. La sfavorevole congiuntura economica ci impone l’obbligo di pensare alle sfide del futuro suggerendo soluzioni credibili e praticabili, esse devono essere in grado di colmare le insufficienze del centrosinistra”. Dicono ancora Rosa e Pici, mentre nel manifesto si legge che il progetto “in costruzione” creerà un partito attivo, “pronto a rispondere alle problematiche della comunità, pronto a risollevare gli animi sfiduciati dei cittadini, pronto a garantire il buon governo e la trasparenza delle azioni, un partito vicino ed attento a tutti i cittadini”. Una considerazione certamente degna di nota è quella che ricorda come la politica debba essere al servizio dei cittadini e non i cittadini al servizio della politica, per farlo bisogna ridare slancio alle iniziative imprenditoriali ed al protagonismo giovanile, superando le barriere dell’immobilismo e del clientelismo, proprie della pratica politica della sinistra. “Il mondo produttivo e la realtà lucana non sono una foresta popolata di mostri e di nemici come sembra credere la sinistra, non hanno bisogno di essere distrutti, vanno solo capiti. I nostri governanti dovrebbero meditare sulle scelte sbagliate da loro fatte in questi anni, sono quelle che ci hanno portato al baratro su vitali questioni legate ai problemi ed ai bisogni del mondo produttivo ed occupazionale”.
 
Gianni Rosa
fonte IL QUOTIDIANO DELLA BASILICATA
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie