NEWS

30/01/2012
E INTANTO NEI COMUNI VICINI LA DIFFERENZIATA E' VINCENTE
Adesso il 90% della popolazione comunale usufruisce del servizio - Ieri è partito a Possidente il sistema integrato
 
AVIGLIANO - Da ieri il 90% della popolazione aviglianese è coperta dalla raccolta differenziata «porta a porta». E' partito, infatti, anche a Possidente, dopo Lagopesole e frazioni limitrofe, il nuovo sistema integrato di gestione dei rifiuti frammisto, a seconda delle zone, tra un porta a porta puro e un ritiro presso stabiliti punti di raccolta. I sacchetti generici e i cassonetti grigi saranno destinati alla raccolta della frazione secca indifferenziata e saranno ritirati il lunedì; i sacchetti trasparenti e le pattumiere marroni dovranno contenere la frazione umida e la raccolta verrà effettuata il martedì, il giovedì e il sabato; il mercoledì sarà il giorno della carta (sacchetti azzurri e cassonetti bianchi) e il venerdì quello della plastica (sacchetti e cassonetti gialli). L'immondizia dovrà essere depositata, nei giorni previsti e nei luoghi previsti, dalle 22 del giorno precedente a non oltre le 7,00 del giorno di raccolta. La selezione dell'alluminio e del vetro sarà stradale con cassonetti blu/verdi. Due gli eco-centri, uno a Piano del Conte e l'altro in via Don Minzoni, presso l'autoparco comunale, accessibili tutti i pomeriggi esclusi sabato e domenica, presso i quali potranno essere conferiti i materiali oggetto di raccolta differenziata e, gratuitamente, i beni durevoli dismessi (divani, materassi, televisori), il cui ritiro potrà avvenire anche a domicilio previa prenotazione al numero verde 800.58.97.32 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13. I commercianti seguiranno un calendario differente. Un ruolo fondamentale nell'ottica della differenziazione, è ricoperto dalla frazione organica in quanto la stessa rappresenta la maggioranza relativa dei rifiuti domestici prodotti, fino ad arrivare al 30-40% degli interi rifiuti urbani, ed è la causa principale, una volta conferita in discarica del cosiddetto biogas, del metano e del percolato. Nonostante le iniziali difficoltà iniziali che questo tipo di raccolta porta con sé per i cittadini, l'amministrazione ha deciso di portare avanti, solo con le sue forze e senza contributi, questa difficile sfida sia per diminuire i costi di conferimento in discarica che per ridurre l'inquinamento ambientale e il successo ottenuto nel centro cittadino, con il 67% di rifiuti differenziati in pochi mesi, è stata la dimostrazione della lungimiranza della scelta. Avigliano ha anche ottenuto, nei giorni scorsi, da Legambiente, durante la consegna dei premi ai comuni ricicloni, una menzione speciale.

 
Sandra Guglielmi
fonte LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie

I COMMENTI DEI VISITATORI
antonio da Avigliano | 01/02/2012 - 18:13
 
Devono adesso, ridurre la TARSU altrimenti la spazzatura la buttiamo per strada.......
 
Antonio da Avigliano | 01/02/2012 - 19:20
 
"porta a porta?" seeeeee......forse via a via....ma i nostri amministratori, che fanno accordi capestri con la scusa della mancanza di fondi, si sono resi conto di quanta spazzatura resta nei vicoli del centro storico non ritirata perchè alcuni nostri concittadini se ne fregano?. Non usano ne buste ne secchiello dedicato...chi dovrebbe controllare tutto questo?......forse i vigili...oppure bisogna formare una retribuita commissione?
 
Antonio da Avigliano | 01/02/2012 - 19:25
 
messaggio per i giornalisti. cominciamo a criticare le cose che non vanno per smuovere un pò le coscienze, sia dei cittadini che dell'amministrazione. P.S.invito TUTTI a dire che ne pensano. GRAZIE
 
Caterina da Avigliano | 01/02/2012 - 19:28
 
ma nelle campagne ( frazioni ), la raccolta è identica (con i centri di raccolta ) oppure si fa veramente porta a porta?
Possidente, Lagopesole e zone limitrofe fatemi sapere