NEWS

11/01/2010
RIAPRE LA «GIANTURCO». STOP ALLE POLEMICHE SUL TRASLOCO DI DUE SEZIONI
Terminati i lavori alla scuola dell'infanzia gestita dalle suore betlemite.
 
Riapre domani ad Avigliano, rispettando esattamente la tempistica promessa, la scuola paritaria dell’infanzia “Emanuele Gianturco”, gestita dalle suore betlemite. Dopo le polemiche seguite al temporaneo spostamento delle due sezioni dell’asilo nei locali dell’oratorio, dati dalla parrocchia in comodato d’uso gratuito, proprio in concomitanza con l’apertura del cantiere a ridosso dell’inizio dell’anno scolastico, la consegna dei lavori, che il bando di gara prevedeva per metà febbraio 2010, mette tutti d’accordo. Il direttore dei lavori dell’Ufficio Tecnico del Comune, l’ing. Maria Mecca, nello spiegare a settembre le motivazioni di presunte lungaggini nella gestione del bando, dovute in realtà a tempi tecnici che, per motivi di urgenza, erano stati addirittura “compressi anche al di là delle reali possibilità dell’ente”, e nel chiarire l’impossibilità di rinviare i lavori, pena la perdita dei fondi, aveva assicurato una riapertura anticipata dello stabile subito dopo le festività natalizie, secondo un accordo preso con la ditta esecutrice dei lavori. Le opere edili di ristrutturazione ed adeguamento dell’asilo di via Pacini rappresentano un altro importante tassello dell’amministrazione comunale aviglianese nel percorso di riqualificazione degli istituti scolastici intrapreso sin dall’inizio della legislatura, passando dalla riapertura dell’Istituto Comprensivo Carducci-Morlino di Avigliano, ai lavori di adeguamento dell’Istituto Comprensivo T. Claps di Lagopesole, dalle opere di ristrutturazione ed adeguamento del plesso scolastico di Possidente e di quello di S. Angelo, con la contestuale inaugurazione di un nuovo plesso sempre a Possidente, sino ai lavori di adeguamento e riorganizzazione dell’Istituto Silvio Spaventa Filippi di Avigliano. «Con la riapertura della scuola dell’infanzia di Via Pacini – dice l’assessore Antonio Pace - si porta a compimento un percorso, scadenzato in questi cinque anni, volto a ridare dignità ai nostri istituti scolastici che in anni passati non sempre hanno ricevuto l’attenzione che meritavano. E’ stata sempre mia convinzione che la scuola sia il primo e più importante istituto di formazione continua delle nuove generazioni e che, pertanto meritava attenzione, risorse e strutture adeguate per il ruolo che doveva assolvere. Oggi posso dire che questo obbiettivo è stato quasi del tutto raggiunto».
 
Sandra Guglielmi
fonte LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie