cerca nel sito

NEWS

11/03/2009
FIAMME E PANICO NELLA NOTTE
L'incendio di natura dolosa da un'auto in sosta si e' propagato ad una palazzina
 
Un incendio, «di natura verosimilmente dolosa», come dichiarato dal capitano dei Carabinieri Grimaldi, è divampato, ieri notte, ad Avigliano e, diffondendosi da un autoveicolo in sosta, anche ad una palazzina. Erano circa le due quando fumo e fiamme si sono sprigionati nell’aria in piazza Gianturco, dove, a ridosso della porta dell’ingresso della filiale cittadina della Banca Popolare di Bari, era stranamente parcheggiata, bloccando l’accesso alla banca, l’auto di un uomo con «precedenti penali», così come confermato dalle forze dell’ordine, vettura dalla quale è partito l’incendio. Le fiamme sono passate ben presto all’edificio, sventrando l’infisso d’ingresso della Popolare e le adiacenti centraline dell’Enel e della Telecom, sino ad arrivare ai piani superiori adibiti a private abitazioni. L’allarme della Banca, immediatamente scattato, ha permesso il rapido intervento del servizio di sicurezza dell’istituto di credito e delle pattuglie della radiomobile potentina, della locale stazione e di quella di Lagopesole, che hanno prontamente evacuato, nell’attesa dell’arrivo dei vigili del fuoco, le abitazioni che si erano inondante di un fumo denso ed acre, soccorrendo anche un’anziana donna con handicap motorio. Sono in corso le indagini per capire cosa sia successo e si stanno visionando i filmati della telecamera puntata proprio sull’ingresso della filiale, nonché le immagini delle due webcam che riprendono costantemente la piazza, dalle quali si spera di risalire alla dinamica dell’incidente doloso. Il proprietario dell’automobile, interrogato, non ha fornito notizie utili alle indagini, riferendo di non aver ricevuto minacce, ma i carabinieri continuano ad investigare per risalire all’identità di un uomo visto aggirarsi, nei minuti precedenti l’inizio dell’incendio, in prossimità della vettura e per ipotizzare un movente, anche in considerazione del fatto che non è la prima volta che un’auto intestata all’uomo prende fuoco, coinvolgendo gli edifici presso cui è parcheggiata. L’Enel, prontamente intervenuta nella notte, ha ripristinato l’elettricità nella zona collegata alla centralina coinvolta, mentre la Telecom, più volte sollecitata soprattutto dai funzionari della Popolare di Bari, non si è ancora recata sul posto per ripristinare la rete telefonica, cosicché buona parte della zona risulta ancora irraggiungibile.
 
Sandra Guglielmi
fonte LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie