NEWS

14/10/2012
PER 10 GIORNI TUTTI ALLA FIERA REGIONALE
Al via la diciannovesima edizione
 
LAGOPESOLE - Ha preso il a Lagopesole la diciannovesima edizione della manifestazione fieristica che da quasi vent’anni si svolge nel territorio aviglianese. Nella zona Paip di Sarnelli di Avigliano - da qualche anno, nuova location della “Fiera regionale di Lagopesole” - alla presenza del Sindaco Vito Summa, della giunta e dei consiglieri comunali, dei rappresentanti provinciali e regionali è stata inaugurata l’edizione 2012 della manifestazione. Nata con l’esigenza di far conoscere ai molti visitatori le novità in diversi settori, quali agricoltura, servizi, antiquariato, trasporti, artigianato, prodotti tipici, abbigliamento e informatica, la fiera campionaria è diventata un appuntamento tra i più importanti della Basilicata, atteso non solo dagli aviglianesi ma anche dai visitatori dei comuni limitrofi. Lo scorso anno, infatti, la Fiera di Lagopesole è stata visitata da ben 40 mila utenti e, a tal proposito, il presidente della manifestazione, Giovanni Possidente, ha pensato d’ampliare anche l’area riservata ai parcheggi. «In oltre 10 mila mq previsti per l’area espositiva, ci saranno circa 250 espositori, in previsione dei numerosi visitatori (anche molti pugliesi) che, nonostante la crisi, secondo le previsioni approfitteranno delle belle giornate d’ottobre»- ha spiegato il presidente durante la conferenza stampa tenutasi la settimana scorsa, nella sede del comune di Avigliano. In realtà, solo il 12 per cento delle aziende presenti fa parte dal territorio comunale; il 75 proviene da tutta la regione e il restante 13 per cento dal territorio nazionale. La manifestazione resta comunque un’importante possibilità per promuovere l’artigianato e il commercio aviglianese con tessuti pregiati e lavorazione dei costumi tradizionali, ma anche abiti da sposta, corredi e ricami tipici del luogo, nonché lavorazioni del legno intagliato, di ferro battuto e della nota balestra aviglianese. Dunque, durante la fiera - che trae origini dalle secolari fiere di Ognisanti e di S.S. Pietro e Paolo - oltre alla possibilità di effettuare acquisti, presso gli stands espositivi, è possibile ricevere informazioni dettagliate circa i prodotti, i materiali e i punti vendita più vicini, nonché conoscere i servizi delle sale ricevimenti e dei negozi di abiti da sposta; c’è spazio anche per le degustazioni. A tal proposito, sono state allestite due sale dedicate ai futuri sposi e all’enogastonomia. Oggi, la fiera campionaria che si tiene ai piedi del castello federiciano, aspira a diventare un vero e proprio evento, in grado di preparare gli utenti agli acquisti consapevoli, grazie all’informazione effettuata dai diversi espositori, ma anche offrendo un’interessante proposta di svago, con serata musicali e la possibilità di partecipare a convegni pomeridiani come quello organizzato dalla Regione Basilicata, Dipartimento Formazione e Lavoro, previsto per domani. Dunque, crescono le iniziative per attrarre i visitatori e per ben 10 giorni, dalle 16.30 alle 22.00 e anche di domenica mattina, la fiera resterà aperta.
 
Antonella Rosa
fonte IL QUOTIDIANO DELLA BASILICATA
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie