NEWS

17/06/2012
SVENTATO FURTO IN UNA SCUOLA
Avigliano Approfittando della festa ignoti sono entrati nella sede del Primo circolo didattico
 
AVIGLIANO - Intorno alle 21.40 circa, durante il passaggio del corteo storico di San Vito, dei giovani si sono introdotti nel Primo circolo didattico, sito in via Agesilao Milano. Forse un tentativo di furto o danneggiamento dell’edificio, o una ragazzata a opera di qualcuno che è riuscito a entrare nella scuola, attraverso una finestra aperta al pianterreno. Nessun segno di forzatura, pertanto l’ipotesi è quella che tale accesso sia stato lasciato socchiuso da chi conosce bene la scuola. Nella giornata del 15 giugno il circolo didattico del comune di Avigliano è chiuso per la festa del Santo patrono e verrà riaperto solo il 16 mattina; quindi, per gli intrusi si presenta la possibilità di agire in tutta tranquillità e non essere immediatamente scoperti. All’interno dell’edificio si trovano diversi computer in dotazione al personale tecnico-amministrativo, dei docenti e degli alunni. L’interesse a rubare le apparecchiature informatiche è, forse, la motivazione che ha spinto i giovani nelle aule della scuola, ma qualcosa è andato storto. Chi si è avventurato all’interno dell’edificio non ha tenuto conto del passaggio della sfilata dei turchi aviglianese proprio lungo il viale sottostante la scuola. Così, da via Giambattista Sacco, dopo dei bagliori riflessi nelle vetrate che si affacciano sulla strada, qualcuno ha pensato a dei ladri nella scuola e ha immediatamente avvertito i Carabinieri di Avigliano. In quel momento, con un po’ di ritardo rispetto ai tempi preventivati dagli organizzatori del corteo, stavo sfilando figuranti, cavalli e carretti. La folla si accalcava ai bordi delle strade, ma nonostante la confusione, la luce che si intravedeva all’interno dell’edificio e passava di stanza in stanza come alla ricerca di qualcosa, inevitabilmente, ha attirato l’attenzione del pubblico. Anche alcuni clienti del bar sito di fronte l’edificio hanno provveduto a segnalare quanto stavano osservando. Da quel momento agli agenti che erano già nei paraggi dell’edificio per via del passaggio del corteo, si sono precipitati verso l’ingresso della scuola per capire cosa stava accadendo. Due di loro si sono introdotti nell’istituto utilizzando la stessa finestra, ancora aperta, dalla quale erano entrati i presunti ladri. Al fine d’ispezionare i tre piani dell’edificio, è stato necessario fruire dell’illuminazione. Il rumore dei passi veloci degli agenti e la luce improvvisa nella scuola ha, così, messo in fuga i presunti ladri, che sono riuscita ad uscire dalla scuola, prima d’essere raggiunti dagli agenti. I giovani, infatti, hanno utilizzato l’ingresso posteriore, lasciando aperto anche quel portone e mimetizzandosi nella confusione della festa.
 
Antonella Rosa
fonte IL QUOTIDIANO DELLA BASILICATA
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie