cerca nel sito

NEWS

19/05/2012
TOTEM INFORMATIVO SPENTO E DETURPATO
Usato per poco tempo, ha smesso di funzionare senza motivo: uno spreco pubblico - il PDL chiede perché la bacheca elettronica non funzioni più
 
AVIGLIANO - Non c'è solo la bacheca di Unità Popolare a tenere banco nella dialettica politica aviglianese in questi giorni. Come mai quel Totem informativo in Corso Gianturco, nel piccolo porticato dell'ex casa comunale e proprio di fronte aIl'attuale Municipio non funziona più? Questo l'oggetto di un'interrogazione del gruppo consiliare del Popolo della Liberta sul mezzo di comunicazione elettronico che all'inizio proiettava, tramite un monitor, nella via principale del centro urbano, diverse informazioni utili e con una finestra sul web dava informazioni in tempo reale poi ha smesso di funzionare. "La strumentazione fu installata e gestita dal Gal Basento Calastra. Senza alcun dubbio queste, costituiscono delle forme di comunicazione innovative, veloci ed accessibili a tutti, fornendo anche un tocco di modernità al centro cittadino" sostiene il Pdi. Purtroppo i cittadini aviglianesi ne hanno potuto ammirare l'utilità per poco tempo, visto che improvvisamente per motivi del tutto ignoti, ha smesso di funzionare, ed inoltre è stato interessato anche da atti vandalici". Il Popolo della Libertà però aggiunge che in questo periodo si avverte l'esigenza di sobrietà e razionalità nella gestione delle risorse pubbliche, l'opinione pubblica come le istituzioni tutte, sembrano essere particolarmente sensibili a queste tematiche.'Dopo l'invito del Governo rivolto ai cittadini, di segnalare casi di sprechi di denaro pubblico, per poter effettuare una mirata Spending Review, ecco che vengono fuori episodi clamorosi di impieghi non efficienti del denaro della collettività" - continuano "Riteniamo importante questo tipo di approccio, anche per far emergere situazioni da evitare in futuro. Comprensibilmente prenderanno la scena i grandi casi di spreco di denaro pubblico: enormi opere pubbliche divenute cattedrali nel deserto, estesi insediamenti produttivi diventati dei cimiteri industriali e mastodontici edifici inutilizzati". "Per questo motivo abbiamo presentato un'interrogazione al Sindaco Summa, affinché definisca chi è il gestore ed il - proprietario del Totem ed inoltre si provveda alla sua riattivazione" - conclude il gruppo consiliare Pdl- "Non conosciamo il costo della strumentazione in questione, ma riteniamo opportuno qualsiasi esso sia, che non venga dissipato in un opera inutile alla cittadinanza".
 
anonimo
fonte LA NUOVA DEL SUD
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie