NEWS

02/02/2012
UFFICIO POSTALE IN AFFANNO
Interrogazione del gruppo consiliare del PDL
 
AVIGLIANO - Ufficio postale di Avigliano in affanno. E' quanto sostiene il gruppo consiliare del Pdl di Avigliano che a tal proposito ha presentato un'interrogazione perchè la giunta si faccia carico della questione. «Questo non è un buon momento per recarsi negli uffici postali, - spiegano i consiglieri del Pdl in una nota -lo sanno bene i cittadini aviglianesi che stanno affollando in queste settimane gli uffici postali presenti sul territorio del Comune di Avigliano, costretti a supportare code interminabili dovute a lunghi momenti di attesa. È risaputo che vi sono dei periodi in cui vi è una maggiore affluenza e altri meno, ma nelle intime settimane sembra che gli uffici postali di Avigliano, non riescano a far fronte all'utenza. Le motivazioni non sono del tutto chiare, saranno le attivazioni delle carte prepagate relative al bonus idrocarburi, oppure alle novità introdotte dal decreto "Salva Italia", inerenti l'accredito delle pensioni, ma quel che è certo che gli uffici postali di Avigliano sono quotidianamente in affanno». Secondo il partito «a farne le spese sia chiaro non sono solo i cittadini, ma anche i dipendenti, costretti quotidiani tour de force per poter offrire un servizio ai cittadini costretti a lunghi tempi di attesa». «Abbiamo presentato un interrogazione al Sindaco Summa - conclude la nota - affinché si faccia portavoce dell'intera comunità nei confronti di Poste Italiane spa, evidenziando l'enorme disagio degli utenti e l'esigenza di un potenziamento dell'organico degli uffici postali. Siamo consapevoli del fatto che anche le comunità limitrofe stanno affrontando gli stessi disservizi, per questo motivo auspichiamo un'azione congiunta insieme alle altre amministrazione, affinché i cittadini possano usufruire dei servizi offerti da Poste Italiane spa in modo civile».
 
anonimo
fonte IL QUOTIDIANO DELLA BASILICATA
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 

I COMMENTI DEI VISITATORI
carmine ferrara da avigliano | 04/02/2012 - 12:46
 
E' un ennesima anomalia tutta aviglianese, un comune con 5 uffici postali ma non si riesce a trovare la soluzione per renderli efficienti.
Non è solo una questione di poste italiane,che probabilmente avrà le sue colpe, ma negli anni scorsi per scongiurare la chiusura degli uffici periferici , ricordo di un finanziamento della Provincia di Potenza di 150.000 euro.
Io sono sempre dell'idea che tanti piccoli uffici non possono garantire qualità.
 
carmine ferrara da avigliano | 05/02/2012 - 14:55
 
Stamattina alcuni aviglianesi mi hanno chiesto dove sono i 5 uffici postali.Premesso che ad Avigliano centro per una popolazione di circa 7.000 abitanti, l' unico ufficio postale è situato in viale Sandro Pertini , nel Palazzo Carlucci, ex mobilifico.
Gli altri 4, sono presenti nelle frazioni di San Nicola, Sant'Angelo, Possidente, Lagopesole e servono una popolazione di circa 5.000 abitanti.
Se ci aggiungiamo un altro ufficio a San Giorgio di Pietragalla, che non fa parte del comune di Avigliano, abbiamo una presenza capillare... in media 1 ufficio ogni 1000 abitanti,.
Per aver un termine di paragone,Melfi, oltre 17.000 abitanti ne ha 3, Rionero oltre 13.000 ne ha 2!!!!!