cerca nel sito

NEWS

13/01/2012
E IL PDL BOCCIA IL 2011 DELL'AMMINISTRAZIONE SUMMA
Troppe le cose che non sono state fatte
 
AVIGLIANO - La bocciatura è completa. E senza sconti è la critica del Popolo della Libertà al 2011 della Giunta Summa. Un anno che si è chiuso, nel bilancio tracciato dal coordinatore del partito Gaetano Rizzitelli, dal capogruppo in Consiglio comunale Domenico Salvatore e dai consiglieri Bochicchio, Claps Lorusso e Lovallo, con un consuntivo a tinte fosche. Pesa, in primo luogo, la mancata approvazione di un Regolamento urbanistico che, spiega Rizzitelli «in un paese la cui economia è basata sull'edilizia provoca il blocco dell'attività di tutte le imprese che operano nel settore e nell'indotto». Una situazione, aggiunge Lorusso, che rischia di protrarsi ancora per chissà quanto, dato che «se pure fosse davvero pronta, come affermato dal sindaco, la bozza del nuovo Regolamento, servirebbe una serie di passaggi tali da portar via ancora almeno due anni. Ma è tutta l'attività di giunta, sostiene il Pdl, che procede con lentezza, senza logica, senza mostrare segnali di discontinuità con il passato. «Abbiamo un sindaco, sostiene Vincenzo Claps, che è un ottimo venditore di cose inesistenti, che parla di fiori all'occhiello che in realtà non può esibire. Come la raccolta differenziata, per la quale il contratto fra Comune e ditta che la gestisce non ha nulla di definito, ci sono grosse incognite sull'estensione alle frazioni, poco chiari sono i proventi che arriveranno dal riciclo e le economie conseguenti al minor conferimento in discarica. O come la ripavimentazione delle strade del centro cittadino, la metanizzazione, l' illuminazione pubblica, i cui lavori, resi indispensabili dall'inerzia delle amministrazioni precedenti, sono stati possibili solo grazie all'avanzo di bilancia del 2009». E, incalza Vita Lorusso sulla questione rifiuti «il rischio e che si debba ricorrere a un ulteriore aumento della Tarsu, dopo quello dello scorso anno, se si considera che gli incassi sono inferiori ai costi e occorre arrivare alla loro parificazione» Dove poi il Pdl affonda la lama delle critiche è sull'impossibilità di svolgere il ruolo di controllo dell'attività di giunta. «Ogni segnalazione, afferma Donato Bochicchio, o richiesta di documentazione su qualsiasi questione come la metanizzazione o la gestione delle strutture sportive, cade sempre nel vuoto». «Lo stesso consiglio ispettivo, aggiunge Salvatore concordato a inizio consiliatura non si e visto le interrogazioni, a cominciare da quelle a risposta scritta, non hanno riscontro». Strutture ferme, randagismo, decoro urbano: «tutte le questioni vitali per la comunità, sostiene il capogruppo, vedono la giunta assente. A tutto ciò si collega un preoccupante calo demografico che richiederebbe un 'assunzione di responsabilità da parte dell' amministrazione che non si vede. C'è un rallentamento dell'azione amministrativa, che sembra essere andata in stand-by: è una situazione logorante, esasperata dalle discussioni infinite di una maggioranza inerte e spaccata al suo interno».
 
Giancarlo Tedeschi
fonte IL QUOTIDIANO DELLA BASILICATA
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie