NEWS

26/11/2011
PREMIO SCARDACCIONE A CINQUE DONNE LUCANE
Impegno e dedizione coniugati al femminile
 
Terza edizione del premio internazionale Ester Scardaccione istituito dal Consiglio regionale nel 2006, Ieri sera, nella sala Inguscio della Regione, la cerimonia di consegna dei premi che nascono con l obiettivo di valorizzare e riconoscere l attività e il ruolo delle donne lucane che con il loro impegno ed opere sono riuscite a tracciare un segno significativo in tutti gli ambiti sociali, culturali ed artistici. L attrice Carlotta Vitale di Gommalacca teatro ha «aperto» la manifestazione (tradotta nella lingua dei segni Lis) con un breve spettacolo sul tema. La presidente della commissione regionale per le pari opportunità, Antonietta Botta, nel suo discorso introduttivo, ha invitato le istituzioni a «sostenere con i fatti il mondo femminile. Un esempio potrebbe essere quello di aiutare a sopravvivere la «casa di Ester. Scardaccione» e Telefono donna». L avvocato Cristiana Coviello, figlia di Ester, ha ricordato la madre «che ha speso una vita per al- fermare i diritti delle donne sia come avvocato, sia sul piano politico e culturale» All evento sono intervenuti anche l assessore comunale alla Pubblica istruzione, Giuseppe Messina, e il consigliere regionale Luigi Scaglione: «La manifestazione, voluta dal Consiglio regionale e dalla commissione pari opportunità - ha sottolineato Scaglione - pianificata in coincidenza con la giornata contro la violenza sulle donne, è il segnale tangibile della volontà di tutti noi di testimoniare attenzione nei confronti di una tematica sociale di così grande considerazione».Prima della cerimonia di consegna dei premi è stato proiettato un video sull indifferenza nei confronti della violenza sulle donne, per la regia di Adelaide De Fino. Cinque le donne che hanno ricevuto il riconoscimento: Anna Maria Riviello, Anna Picardi, Annangela Lovallo, Vita Rossetti e Filomena lemma. Ma ecco le rispettive motivazioni del premio lette dal presidente dell Ordine dei giornalisti di Basilicata, Mimmo Sammartino. ANNANGELA LOVALLO Ha ricevuto il premio dal sindaco di Avigliano, Vito Summa. La motivazione: per l arte che mette insieme, nella magnificenza della pittura ad ago, la memoria e la sapienza delle passate generazioni con l innovazione dei linguaggi e delle tecniche moderne. Ha colpito la sua capacità di declinare al presente antiche sapienze. Di tenere insieme artigianato e arte, tradizione e innovazione, antichi saperi e nuovi linguaggi.
 
aviglianonline.eu
fonte LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie

I COMMENTI DEI VISITATORI
elsa da avigliano | 27/11/2011 - 12:51
 
Congratulazioni ad Annangela .
Meritatissimo riconoscimento
Elsa
 
Diodata da Avigliano | 27/11/2011 - 16:54
 
Senza voler togliere niente alle altre premiate di tutti i tempi, ogni ordine e grado ecc...ecc..., Il premio ricevuto, cara Annangela, è meritatissimo....complimenti e auguri per il futuro
 
carlo da avigliano | 28/11/2011 - 10:44
 

cara Annangela SI LA MEGLIJ
 
Caterina da Roma | 29/11/2011 - 15:14
 
Sono di origini aviglianese, la mia famiglia è Summa ( spinamara), non conoscevo la tua abilità, leggendo l'articolo ho fatto una ricerca nel web e ho trovato il tuo sito.....è bellissimo e anche molto originale....mi domando come mai, nell'era delle vendite on-line, non cerchi altri sbocchi? - ti saluto e AUGURI