NEWS

27/02/2011
AVIGLIANO RICORDA MONSIGNOR BERTAZZONI
In atto il processo di beatificazione, la sua storia in un libroa fumetti di Ypsol
 
Un libro a fumetti per ricordare uno degli uomini di Chiesa più amati dal popolo lucano, il lombardo Augusto Bertazzoni, che per oltre 30 anni fu guida spirituale per le genti delle terre di Basilicata. In occasione del 112^ anniversario dell'ordinazione sacerdotale di Augusto Bertazzoni, avvenuta a Mantova il 25 febbraio 1899 per le mani del vescovo Paolo Carlo Origo, la Parrocchia di Avigliano ricorderà la ricorrenza domenica 26 febbraio 2011, nel corso delle celebrazione eucaristiche in tutte le chiese. La comunità pregherà per la beatificazione del Servo di Dio, vescovo di Potenza dal 1930 al 1966. Per l'occasione saranno distribuite gratuitamente le copie del libro LE TASCHE DEL VESCOVO, pubblicato dall'Associazione AMICI DI YPSILON, scritto dal giornalista Lello Colangelo, illustrato da Gianluca Lagrotta e Gianfranco Giardina, con la prefazione di Padre Gennaro Campochiaro. I personaggi principali sono: Nonna Carmela e i nipoti Nicola (Niki) e Raffaella (Raffa) che si preparano a ricevere il sacramento della Cresima. La nonna tra un dolce ed una barretta di cioccolata racconta la vita del giovane di Polesine (Mantova), dove è nato il 10 gennaio 1876, la sua vita è stata contraddistinta dalla frequentazione di molti santi, allievo di San Giovanni Bosco, amico fraterno di Don Luigi Orione e Giovanni Calabria, ambedue oggi Santi, consacrato vescovo da un futuro Santo, il pontefice Pio X, al secolo Giuseppe Sarto, antico amico di seminario a Mantova. Mons. Bertazzoni si spense a Potenza, il 30 Agosto 1972, dal 1980 le sue spoglie mortali riposano nella Cattedrale di Potenza. Dal 1995 è in corso il suo processo di beatificazione, per iniziativa di un suo successore, il Vescovo Ennio Appignanesi. Dal racconto della nonna i ragazzi scoprono la bella figura di un Vescovo, venuto da Mantova ottanta anni fa e rimasto; un Buon Pastore che per ben 36 anni guidò la diocesi potentina, lasciando segni indelebili di una testimonianza di santità. Lo ricorderanno i sacerdoti Peppino Stolfi, Salvatore Dattero e Mimmo Lorusso.
 
Leonardo Pisani
fonte LA NUOVA DEL SUD
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 

I COMMENTI DEI VISITATORI
carlo da aviglianese errante | 28/02/2011 - 09:35
 
E' giusto e doveroso ricordare la figura di monsignor Bertazzoni, uomo di Dio che non ha "scimmiottato" il Vangelo, ma lo ha vissuto intensamente.
 
carlo da avigliano | 03/03/2011 - 02:29
 
ma perchè invece di ricordare i morti decrepiti non si onora la gente morta per la patria? e basta con queste pseudo onorifenenze al magna magna della chiesa