cerca nel sito

NEWS

28/01/2011
ALLA RISCOPERTA DEL GUSTO E DEI SAPORI DELLA TRADIZIONE
Ad Avigliano successo per il "Paniere del Martedi'"
 
Avigliano e Baccalà? Certo ma non solo, anche se la gastronomia della cittadina gianturchiana è collegata sempre alla pietanza di pesce essiccato e salato, che resta uno dei piatti tipici certo ma non solo. Il Paniere del Martedì, iniziativa alla riscoperta del gusto e dei sapori di una società artigiana e contadina, ideata, promossa e sviluppata dalla Pro- Loco di Avigliano. Dalla pasta fresca come gli "Cautarogne"- "fatti con l unghia" - che qualcuno confonde con gli strascinati, i fusilli il piatto per eccellenza della Domenica con sugo di salciccia, i dolci secchi come le "stozze", ma alla riscoperta anche di quei piatti un tempo considerati poveri- poiché erano quelli presenti nelle tavole delle numerose famiglie degli artieri- che con carenza di ingredienti pregiati e con molta fantasia si mangiava pane cotto, acqua sale, carchiola o antipasto di "pezzente" la salciccia insaccata con gli scarti del maiale. Poveri un tempo, saporitissimi invece al palato moderno, piatti che corrono il rischio di andare perduti e che la Pro Loco vuole mantenere in suo e promuoverli. "Siamo alla seconda edizione, l anno scorso sperimentammo questa formula, insomma una puntata zero" spiega Marigiusi Verrastro del CDA Proloco " Abbiamo arricchito l iniziativa proponendo ai ristoranti locali anche questo anno IL Paniere del Martedì. Lo scopo è di valorizzare il territorio con l enogastronomia, proponendo piatti tipici che corrono il pericolo di sparire anche sulle tavole delle famiglie Aviglianesi. Inoltre al gusto abbiamo abbinato anche la proposta artistica". Come le cicerchie , legume ormai dimenticato, coltivato solamente in alcune zone dell Italia centrale e meridionale in quantità ridotta oppure la Carchiola impasto di farina di mais, cotta sui carboni avendo l accortezza di girare continuamente per evitare di bruciarla, gustosissima con le zuppe, conosciuta dal 1500, quasi scomparsa nelle tavole del terzo millennio. Questa valorizzazione della gastronomia aviglianese va assieme ad un iniziativa dell amministrazione comunale il paniere aviglianese, curato dagli assessori Gianni Colangelo ed Emilio Colangelo " Il primo atto della nuova giunta" dice Gianni Colangelo " è stata la deliberazione di un bando pubblico di un progetto di filiera di prossimità che è stato definito "Paniere Aviglianese" ". Anche spettacolo ed arte con le poesie di Donato Imbrenda,Mara Sabia, Angela Galasso, Pasquale Pace, i canti del gruppo Folk e la presenza fissa degli Acusticavilia, un gruppo storico dell etnica lucana che negli anni 90 ebbero risonanza interregionale, anticipando il boom delle "Pizziche"; ritornati con una nuova formazione ( Giovanni Sileo, Tony Martinelli, Mario Sileo e Max De Carlo) e con un nuovo cd con brani inediti, martedì scorso al ristorante "La Strettola" si sono esibiti con colui che fu la voce storica del gruppo: Pietro Santarsiero. La serata è stata dedicata da parte del neo presidente Giordano ad Angiolino Santarsiero, il mai dimenticato autore di canzoni quali "Lu Scarpare", "Ai lag r Sant Vit-Cri Cri".
 
Leonardo Pisani
fonte LA NUOVA DEL SUD
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie