NEWS

13/01/2011
TRESSETTE SCIENTIFICO: UN GIOCO GENIALE
Torneo di Tresette scientifico organizzato dalla Società Operaia
 
Di certo è tra i giochi di carte più amati in Italia, diffuso in ogni classe sociale, in ogni regione e con tantissime varianti di regole. Parliamo del Tresette, introdotto probabilmente nella nostra penisola dagli spagnoli nel 1600, ma la sua origine è sconosciuta, una leggenda afferma che sia creazione di alcuni giovani muti che, impossibilitati nel comunicare tra loro, hanno inventato un gioco in cui gesti e segni prevalgono sulla parola. La prima pubblicazione storica invece nel 1750 da parte di Chitarrella che scrisse in lingua latina il Primo Trattato sul Gioco del Tresette. Nonostante l universale diffusione, il tresette è un gioco ghettizzato dai salotti buoni, mentre assistiamo a veri boom e mode di altri passatempi con le carte fino a diventare autentici fenomeni sociali. Nonostante sia un gioco difficile, geniale lo si definisce, resta confinato in ambiti esclusivamente privati. Anche per la mancanza di regole codificate. Ma si sta rimediando, anche in Basilicata con la promozione del tresette scientifico, una variante che mutua dal Bridge alcune regole; tra maggiori artefici di questa divulgazione l avvocato Ivan Russo che assieme alla Società Operaia di Avigliano e la collaborazione del settimanale Controsenso. hanno organizzato un torneo nella cittadina gianturchiana : 24 partecipanti, con sei squadre da 4 giocatori che giocano con la medesima disposizione delle carte, simile al bridge con nord-sud -est -ovest - preparate e consegnate dagli arbitri- a mani invertite però, senza accusa di buongioco. Il torneo prevedeva una eliminatorie dirette , con 8 mani per le eliminatorie, 12 per le semifinali e 16 per la finale. Da notare che il cappotto, ossia la vincita totale di tutti gli 11 punti dava diritto a ben 22 punti di vincita; alla fine sono risultati vincitori la sqra aviglianese formata da Antonio Gugliemi, Vincenzo Mancusi, Antonio Pace e Rocco Sabia, premiati con una medaglia simil oro che hanno sconfitto gli avversari del Potenza Luigi Boffa, Antonio Cavallo, Antonio Faliero e Luigi Minnella, premiati con medaglia simil argento.
 
Leonardo Pisani
fonte LA NUOVA DEL SUD
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie