cerca nel sito

NEWS

09/12/2010
COMUNITA' MONTANE, NESSUN FUTURO PER GLI 11 LSU
Il 31 scarde il contratto e non sono previsti ammortizzatori sociali
 
Il 31 dicembre è alle porte, alla prima alba del gennaio 2011 si saluteranno le comunità montana. Un inizio anno che potrebbe rivelarsi amaro per gli 11 lavoratori socialmente utili lucani, che proprio il 31 dicembre vedranno scadere il loro contratto dopo 12 anni precariato. Dopo essersi costituiti come comitato ed indetto varie forme di protesta, partendo dal sit in davanti al comune di Avigliano, sia presso il Palazzo della Giunta a Potenza, sembra che qualcosa si stia muovendo, infatti lo stesso sindaco di Avigliano Vito Summa aveva chiesto un incontro ufficiale con l'assessore Rosa Matrosimone presso il dipartimento formazione, allargato agli altri sindaci e commissari delle Comunità Montane interessate e rappresentanti sindacali. L'incontro è stato convocato per il 14 dicembre alle ore 13,00 presso il dipartimento Formazione delle Regione Basilicata, dall'assessore Matrosimone con una lettera del 2 dicembre 2010 prot 229104/7041 inviato ai sindaci di Albano di Lucania, Avigliano, Castelmezzano e Pignola ed al portavoce dei precari Angelo Sabia. Ma nella nota di convocazione manca l'estensione ai rappresentanti sindacali, un elemento che ha fatto preoccupare i lavoratori precari, tanto che il portavoce degli LSU ha inviato un fax in data 3 dicembre all'assessore Matrosimone e per conoscenza rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil e Alternativa Sindacale dove richiede l'estensione della convocazione anche ai sindacati "per eliminare ogni pregiudizio che possa compromettere l'avvio delle procedure per la stabilizzazione dei lavoratori precari". Nel fax si legge che la nota è stata inviata ai sindacati affinché si facciano promotori di una formale e urgente richiesta all'Assessore Regionale alla Formazione, tesa all'allargamento dell'incontro alle organizzazioni sindacali in modo da avviare l'apertura del tavolo negoziale per la stabilizzazione. " Si tenga conto che la richiesta ha carattere d'urgenza" ha dichiarato Sabia " in quanto il nostro "rapporto di lavoro" scade il 31 dicembre e che dopo tale data le Comunità Montane non esisteranno più e per noi non sono previsti "ammortizzatori sociali".
 
Leonardo Pisani
fonte LA NUOVA DEL SUD
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie