NEWS

25/10/2010
DA STRADA FANTASMA A PATTUMIERA
Lo strano destino della Avigliano Scalo-Bancone costata 20 miliardi di lire
 
Una strada fantasma che si è trasformata in una piccola pattumiera all'aperto. Strano il destino della comunale Bancone - Avigliano Scalo, che con la modica cifra di 20 miliardi del vecchio conio, fu costruita nel biennio 1985/86 e neanche dieci anni dopo fu chiusa perchè insicura, anzi pericolosa con i muri di sostegno franati a causa di errori di progettazione. Ora, in teoria sarebbe chiusa al transito, in pratica no, ma la strada di "Nessuno" voluta fortemente dalla vecchia Democrazia Cristiana aviglianese e finanziata con i soldi della Cassa del Mezzogiorno- autentica cascata del Niagara del finanziamento pubblico- , ha trovato una poco onorevole funzione: deposito all'aperto per quei cittadini che desiderano sbarazzarsi, velocemente e in barba alle norme, di qualcosa di ingombrante. Basta fare un sopralluogo e vi troverete ruote di trattori, sedie, mobili, buste, bustarelle con imprecisato materiale "maltrattato" dagli agenti atmosferici. In una cornice insolita di tratti di asfalto ancora ben messi, affiancati da altri a forma di onde marine, tanto che sono curvati. A render ancor più vario l'aspetto della strada, anche qualche buca, voragine e pezzi di asfalto divorati letteralmente dalle frane. Ironia della sorte, dalla una piccola "oasi ecologica abusiva" si intravedono le pale eoliche da Green Economy, chissà che pensa e che dice oggi, chi arteria la volle fortemente. Comunque, tanti miliardi di lire buttati al vento, non giustificano spazzatura e plastica buttata all'aperto. Ci si augura che chi di dovere controlli, facendo rispettare la normativa e che l'ambiente e il decoro siano salvaguardati, anche nella "strada fantasma".
 
Leonardo Pisani
fonte LA NUOVA DEL SUD
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie