cerca nel sito

NEWS

26/08/2010
UN ASINELLO DA GUINNESS DEI PRIMATI: MISURA 58 CM ED E' NATO IN UNA AZIENDA AVIGLIANESE
Nonostante la statura minima gode di ottima salute ad e' fisicamente armonico
 
Forse e' da guinnes dei primati o almeno ci si puòo'avvicinare, ma di certoe'un evento rarissimo la nascita di un asinello avvenuto all’azienda La Matinella di Avigliano l’altro giorno. Minuscolo, piccolissimo, in miniatura con i suoi 58 cm di garrese ma perfettamente armonico nella struttura ed in piena salute, si alza in piedi, va dalla mamma enorme rispetto a lui con i suoi 150 cm di altezza, cerca di giocare. Non e' l’unico nascituro del mese, qualche giorno fa ne e' nato un altro , per far comprendere la differenza e' alto 100 cm al garrese, nel pieno standard della loro razza, quella “Martina Franca” chee' la più diffusa nel nostro mezzogiorno. La famiglia Claps, proprietari dell’azienda, esperienza di anni nel lavorare con animali ed anni che allevano cavalli ed asini, raccontano che non hanno mai visto un evento del genere, forse qualche nascituro piu' piccolo della media, ma mai un “asinello pony” di queste dimensioni, tra l’altro il padre è uno splendido esemplare alto circa 170 cm di garrese. Un miracolo della natura o della genetica, considerato anche le perfette condizioni dell’asinello in miniatura. Un vero gioiellino vivente. A pensare che questi quadrupedi stavano rischiando l’estinzione, orami considerato quasi inutile nell’economia agricola pur avendo un latte molto nutritivo, il piu' simile al latte materno umano. Cugino meno elegante del cavallo ma meno costoso poiche' si accontenta di poco dal punto di vista alimentare, per questo preferito dai contadini piu' poveri per i lavori di, da cui la nomea di « cavallo del povero ». Ma il povero asino nonostante qualche importante opera come L’Asino D’oro di Apuleio o il simbolo del Democratic Party degli USA e l’internettiano E Mule, ha sempre goduto di pessima fama di animale testardo e poco intelligente. Eppure e' il contrario, infatti, sono utilizzati con successo nella pet therapy inventata dallo psichiatra infantile Boris Levinson nel 1960 che scopri che prendersi cura di animali leniva stess e depressione. La terapia con asini e' detta onoterapia. Ci racconta Vincenzo Claps che nell’antichità per trovare i migliori percorsi in montagna lasciavano liberi gli asini che trovavano sempre il tragitto piu' agevole e sicuro. La loro proverbiale testardaggine in realtà e' sinonimo di enorme intelligenza: l’asino, equino abitudinario non compie mai un’azione che possa ledere i suoi interessi o la sua sopravvivenza.
 
Leonardo Pisani
fonte LA NUOVA DEL SUD
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie