cerca nel sito

NEWS

25/07/2010
DIPENDENTE? NO IMPRENDITORE
Tonino Lacerenza racconta la sua esperienza al convegno di Politeia
 
Impiegato pubblico mancato, lavoratore autonomo per caso, imprenditore di successo per volontà e caparbietà. Così possiamo definire Antonio Lacerenza, Tonino per gli amici, titolare della omonima ditta che si occupa di isolamento. “Era il 1980, mentre ero militare ebbi la notizia che potevo entrare come tecnico in un comune grazie alla 285” racconta Lacerenza, però dovevo dare una risposta immediata e non potevo essendo sotto le armi, quindi il posto fisso salto”. Il caso dunque, forse a questa ora poteva essere un dirigente oppure un semplice impiegato, invece Lacerenza ha costruito il suo sogno, avere una propria ditta e occuparsi di un settore a lui caro: l’isolamento. Altra bizzarria della sorte, in quegli anni era un settore praticamente sconosciuto nell’edilizia tradizionale, racconta che superati gli esami per l’iscrizione alla camera di commercio fu chiamato da un funzionario perchè non sapevano in che tabella di attività inserirlo. Un’idea innovativa nata per il ricordo della sua infanzia “Abitavamo in una mansarda, quindi di inverno non bastavano 10 coperte per proteggersi e d’estate si moriva dall’afa. Per questa esperienza decisi di occuparmi di isolamento termico”. Lacerenza Inizia come collaboratore di altre ditte per alcuni anni, poi a metà degli anni 80 iniziò l’avventura di imprenditore, prima accettando piccoli lavori, poi col tempo si ingrandisce sempre di più, diventa una realtà, è chiamato in canteri di tutta la regione. Adesso ha 55 dipendenti, non ha mai lasciato Avigliano pur avendone la possibilità e nonostante difficoltà logistiche che la sua azienda trova nell’area artigianale attuale: niente illuminazione, niente gas, poca segnaletica ed emergenza rifiuti. “ Nonostante la crisi, cresciamo ogni anno a due cifre, questo mi rende orgoglioso” – continua Lacerenza “ Ai ragazzi dico che se io sono riuscito a portare avanti la mia idea, anche voi potete coronare i vostri sogni, ma dedicatevi a quello che vi piace, i soldi arrivano dopo”. Il segreto del successo? Impegno, entusiasmo e applicazione.
 
Leonardo Pisani
fonte LA NUOVA DEL SUD
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie