cerca nel sito

NEWS

27/11/2009
LE VIE DEL CENTRO SONO UN PUZZLE
il manto stradale delle arterie principali di Avigliano presenta buche e dislivelli
 
Disagio per lo stato del manto stradale di Corso Gianturco, Coviello e Garibaldi,tre arterie essenziali per la circolazione del traffico cittadino. In effetti, le tre strade presentano alcune buche, avallamenti e dislivelli che rendono a tratti poco agevole la circolazione pedonale e stradale. Alcuni cittadini si sono incontrati con l’associazione Nuova Italia “Solzhenitsyn” che ha sollevato il problema e che definisce lo stato viario tramite il presidente Renato Zaccagnino: “Un puzzle fatto di pietre, asfalto, cemento e anomalie varie causate da “rattoppi” eseguiti in maniera sbrigativa e irregolare”. La preoccupazione maggiore è che pedoni, soprattutto gli anziani ed i bambini, rischiano di cadere percorrendo strade, in pieno centro, a dir poco fatiscenti; inoltre, enormi avvallamenti e vari dislivelli riducono la stabilità di automobili e moto. “indubbiamente, in passato, qualche errore è stato commesso” dice Zaccagnino “ la speranza è che chi li abbia commessi non sia più in condizioni di ripeterli altrimenti ci ritroveremmo a scrivere ed a parlare sempre degli stessi problemi anche tra 20 anni. Sbagliare è umano perseverare è diabolico”.L’associazione culturale precisa che il degrado delle strade non è imputabile solo alle avverse condizioni atmosferiche del periodo invernale (copiose nevicate e abbondanti piogge), perché se così fosse nei paesi del Nord Europa ci sarebbero solo strade sterrate e che “i cittadini sono stanchi di chiedere all’Amministrazione di intervenire e sono stufi di sentire sempre la stessa risposta ”non ci sono soldi”, perché questo è un problema che riguarda tutti e soprattutto l’incolumità fisica”.“allora, attendendo che si trovino le risorse economiche, in attesa di coinvolgere direttamente i cittadini, magari con un referendum popolare, strumento previsto dallo statuto comunale, per decidere insieme con quali materiali e quando rifare il manto stradale del centro della Città di Avigliano” afferma Renato Zaccagnino “ proviamo ad offrire dei suggerimenti”.Nuova Italia avanza qualche proposta in attesa di risposte dell’amministrazione comunale come vietare la circolazione dei mezzi pesanti compresi quelli adibiti al trasporto pubblico e alla raccolta dei rifiuti urbani che devono essere più leggeri o provvisti di assi sterzanti anche posteriormente.“Poiché l’inverno è alle porte, suggeriamo all’ufficio tecnico, che si accinge a redigere il “piano neve” continua il presidente di Nuova Italia “di prevedere il totale rifacimento della fuga tecnica del lastricato ed evitare così che dopo le prime gelate e nevicate salti completamente”.Semmai, secondo il circolo culturale Nell’immediato e provvisoriamente, l’ufficio tecnico potrebbe valutare la possibilità di sostituire gli attuali blocchi di porfido con uno strato di asfalto così da rendere uniforme il manto stradale.
 
Leonardo Pisani
fonte LA NUOVA DEL SUD
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie