NEWS

12/10/2009
COMUNALI AVIGLIANO, GRIPPA (PD) CHIEDE LE PRIMARIE.
Grippa, delegato nazionale del Pd,chiede le primarie di coalizione
 
“A parte la ferragginosità dei regolamenti, questo è il “Congresso Costituente”, dal quale oltre a selezionare la nuova classe, uscirà l’anima del PD, un“Partito nuovo”, un partito del 2000 che interpreta le esigenze dei cittadini dell’era della globalizzazione.”. Lo sostiene Nicola Grippa, ingegnere, funzionario della Regione Basilicata, dal 76 nella DC, ne è stato segretario cittadino dall’88 al 91, poi , nel 94 aderisce al centrosinistra con Alleanza Democratica. “Dopo la straordinaria partecipazione alle primarie del 2007, il PD di Veltroni ha preso scelte coraggiose come presentarsi soli alle elezioni politiche del 2008 dopo il disastro dell’Unione” prosegue Grippa “ salvo smentite come l’alleanza con il Di Pietro, i radicali nelle nostre liste, mentre si rifiuta il Partito Socialista offrendo loro posti in lista, ma senza il simbolo, schiaffeggiando così un secolo di storia politica italiana.”. Già segretario della Margherita nel 2007, traghetta il partito verso la fondazione del Pd, poi da “lettiano” aderisce alla mozione Bersani-Adduce, è eletto nel provinciale e l’11 Ottobre è stato delegato al congresso Nazionale a Roma. Per Grippa, i due anni di transizione “Veltroni-Franceschini” sono stati uno stop al “Partito nuovo” rivelatosi solo un nuovo partito dove l’amalgama tra il socialismo riformista ed il cattolicesimo democratico non si è compiuta. Selezione delle classi dirigenti, organizzazione territoriale, dialogo politico e confronto con i cittadini, queste le priorità. “i circoli, che sono spesso evanescenti e votati al silenzio, devono diventare palestre di formazione per i giovani che si affacciano alla politica, di solito “sacrificati” nudi e crudi ad occupare posizioni di rilievo nel partito e nelle istituzioni in nome di un rinnovamento solo anagrafico che però non si accompagna affatto a politiche innovative.”.Un PD protagonista, che dia indirizzi politici e regole chiare per le alleanze Politiche e per il governo delle istituzioni. “ Ad Avigliano,dopo il successo delle primarie 2007, i primi due anni del PD sono stati evanescenti, senza incidere sullo stato di “torpore amministrativo” della maggioranza, né il partito ha brillato in coinvolgimento e partecipazione dei cittadini a dibattiti di interesse per la comunità, fatta eccezione per le iniziative delle Donne Democratiche.”continua Grippa “I risultati negativi non si sono fatti attendere: il consenso elettorale del PD nel 2009, ha subito un calo verso gli alleati”. Un risultato che secondo il delegato nazionale non deve affatto scoraggiare, ma essere da stimolo per affrontare le comunali del Marzo 2010. “Contrariamente a quanto sostenuto da esponenti di altri partiti – il riferimento a Donato Salvatore è chiaro-, che danno il PD ad 1/3 dei consensi nel centrosinistra, al solo scopo di minarne il Protagonismo nella coalizione, ritengo che il P.D. ha un ruolo determinante per il futuro della nostra comunità.”. – conclude Grippa-“ e deve farsi promotore di primarie di coalizione per il candidato sindaco. Va fatto subito per evitare la scusa della mancanza di tempo. Primarie di coalizione vere, dove qualsiasi cittadino che si riconosce nella coalizione di centro sinistra può candidarsi.Deve potersi candidare chi ritiene di godere di impegni politici pregressi o chi ha debiti di riconoscenza verso la comunità aviglianese, ma deve potersi candidare anche chi semplicemente ritiene di dover dare un contributo alla nostra comunità.”.
 
Leonardo Pisani
fonte LA NUOVA DEL SUD
categoria: DA CLASSIFICARE
 
 
OkNotizie